Info corso

crediti ECM
3
Periodo
on-line fino al 31/12/2022
Codice ECM
38-346825
Destinatari

Assistente Sanitario
Infermiere
Infermiere pediatrico

Help desk
Per informazioni contattare l'indirizzo email: a.arena@planning.it
Tel: 3465015090

Programma del corso

      • LIVE - sabato 07 maggio 2022 | Ore 09:00 - 12:30
        1 L'esposizione occupazionale al rischio biologico legato alla gestione della terapia insulinica

        9:00Presentazione della giornata
        Marco Ganassi, Carolina Larocca

        9:15Il rischio biologico
        Simonetta Mamusa

        9:45La normativa: protezione dal rischio da esposizione ad agenti biologici
        Tiziana Terni

        10:15Gestione della terapia insulinica: la tecnica iniettiva
        Marco Ganassi

        10:45Gestione della terapia insulinica: sicurezza e prevenzione
        Carolina Larocca

        11:15L’ago e i dispositivi NPDs
        Nunziata Di Palma

        11:45Domande e risposte
        Carolina Larocca, Marco Ganassi

        12:00Conclusione della giornata
        Carolina Larocca, Marco Ganassi

Presentazione del corso

Il rischio biologico caratterizza tutte le attività lavorative degli operatori sanitari maggiormente esposti al rischio di lesione percutanea, causata, cioè, da punture accidentali provocate da aghi, o da altri dispositivi taglienti, contaminati con sangue nel corso di procedure quali iniezione intramuscolare o sottocutanea, prelievo di campioni di sangue, cateterismo endovenoso, reincappucciamento di un ago usato. Nello specifico per rischio biologico occupazionale legato alla gestione del diabete e della terapia insulinica in ospedale ci si riferisce a quello di tutti gli operatori sanitari che a vario titolo si fanno carico dell’assistenza del paziente diabetico.

In Italia avvengono ogni anno in ambito sanitario ed ospedaliero oltre 130.000 infortuni che comportano un’esposizione al sangue o ad altre sostanze biologiche potenzialmente infette. Circa il 75% di queste ferite è di tipo percutaneo, ovvero si verifica quando l’operatore si ferisce con un tagliente contaminato, ad esempio con un ago, una punta, una lama. Le punture accidentali con aghi utilizzati rappresentano la modalità di esposizione più frequente e pericolosa. I costi annui per far fronte alle conseguenze delle ferite accidentali da aghi e taglienti sono stimati in 36 milioni di euro.

Adottare contromisure appropriate per prevenire ferite da puntura e taglio significa, quindi, ridurre in modo sostanziale gli incidenti sul lavoro in ambito sanitario; il 25 Marzo 2014 è entrato in vigore il D.Lgs. 19 febbraio 2014, n. 19 “Attuazione della direttiva 2010/32/ UE che attua l’accordo quadro, concluso da HOSPEEM e FSESP, in materia di prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario (GU n.57 del 10-3-2014) nel quale viene richiamata l’importanza di attuare tutte le misure idonee ad eliminare o contenere al massimo il rischio di ferite ed infezioni mediante l’elaborazione di una politica globale di prevenzione e adozione di misure quali: formazione, utilizzo di dispositivi medici dotati di meccanismi di protezione e di sicurezza, partecipazione attiva dei lavoratori, pianificazione di iniziative di prevenzione, sensibilizzazione, informazione, formazione e monitoraggio, promozione della segnalazione di infortuni.

Negli ultimi anni l’evoluzione tecnologica ha reso disponibili aghi di sicurezza che impediscono la possibilità di puntura dopo l’utilizzo. Molteplici studi dimostrano che l’utilizzo dei dispositivi NPDs è in grado di prevenire la maggior parte delle lesioni da puntura di ago e ferite da taglio o da punta e che la riduzione dei costi sanitari conseguenti agli incidenti con aghi e taglienti avrebbe compensato l’aumento dei costi per la sostituzione dei dispositivi convenzionali.

Responsabili Scientifici

Carolina Larocca

Milano (MI) - Presidente OSDI

Marco Ganassi

Reggio Emilia (RE) - Vice Presidente OSDI

Faculty

Nunziata Di Palma

Napoli (NA)

Simonetta Mamusa

San Gavino Monreale (VS)

Tiziana Terni

Milano (MI)

Con il contributo non condizionante di

Provider ECM n. 038
Via Guelfa, 9 - 40138 Bologna
email supporto: fad@planning.it
www.planning.it

Fad.Planning è la piattaforma FAD del provider Planning Congressi su cui sono pubblicati i corsi ECM accreditati per operatori sanitari.

Engineered by