Info corso

crediti ECM
10,5
Periodo
on-line fino al 15/01/2021
Codice ECM
38-281966
Destinatari

Medico Chirurgo: Anestesia e Rianimazione, Angiologia, Cardiologia, Chirurgia Vascolare, Ematologia, Geriatria, Ginecologia e Ostetricia, Medicina e Chirurgia di Accettazione e Urgenza, Medicina Generale, Medicina Interna, Neurologia, Oncologia, Ortopedia e Traumatologia, Continuità assistenziale, Gastroenterologia, Nefrologia, Endocrinologia, Malattie dell'apparato respiratorio, Reumatologia, Chirurgia generale, Malattie metaboliche e diabetologia.
Farmacista: Farmacia ospedaliera

Programma del corso

    • Sessione A

      • 1L’Embolia Polmonare: il trattamento nel paziente fragile
    • Sessione B

      • 2Profilassi del trombo embolismo venoso nel paziente ad elevato rischio trombotico ed emorragico

Autori

Andrea Rubboli

Board Scientifico - Unità Operativa di Cardiologia/UTIC, Ospedali di Ravenna, Faenza e Lugo, AUSL della Romagna

Claudio Cuccia

Docente - Unità Operativa di Cardiologia, Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero di Brescia

Davide Imberti

Docente - Unità Operativa di Medicina Interna e del Centro Emostasi e Trombosi dell’Ospedale di Piacenza

Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione del corso

L’embolia polmonare rappresenta la terza causa di patologia cardiovascolare dopo l’infarto miocardico e l’ictus cerebrale provocando, qualora non si ricorra tempestivamente a cure idonee, l’infarto polmonare e la morte. Statisticamente i soggetti maggiormente colpiti da embolia polmonare sono donne ma vi sono comunque condizioni o soggetti a rischio nei quali l’incidenza può essere più alta e tra questi chi soffre o ha sofferto di altre patologie (come cancro, tumore, ictus o patologie cardiache), soggetti che hanno subito interventi chirurgici, soggetti affetti da obesità, anziani e fumatori, oltre ovviamente ai portatori di fattori genetici e le donne in gravidanza. Ultimato il corretto iter diagnostico la terapia per embolia polmonare può essere preventiva o d’urgenza. In casi limite si può, inoltre, decidere di intervenire chirurgicamente: in genere si deve trattare, però, di una scelta obbligata, poiché nel lungo periodo può essere causa di nuovi emboli.

In ogni caso l’ampio pool di soggetti definibili a (maggior) rischio perché portatori di fragilità, la compresenza di condizioni patologiche e la gravità stessa della patologia rendono ragione di quanti professionisti medici (afferenti a discipline diverse) possano e debbano essere destinatari di questo tema educazionale.

Provider ECM n. 038
Via Guelfa, 9 - 40138 Bologna
email supporto: fad@planning.it
www.planning.it

Fad.Planning è la piattaforma FAD del provider Planning Congressi su cui sono pubblicati i corsi ECM accreditati per operatori sanitari.

Engineered by