Info corso

crediti ECM
3
Periodo
on-line fino al 14/04/2021
Codice ECM
38-314867
Destinatari

Medico chirurgo: Medicina Generale (medici di famiglia)

Non sono possibili nuove registrazioni, mentre i corsisti già registrati possono ancora accedere ai contenuti didattici.

Programma del corso

08:30ECG normale
F. Brighi

08:50Deviazione assiale (emiblocchi), BBSin, BBDx, Extrasistolia
M. Pretolani

09:10Aritmia ipercientiche
F. Brighi

09:40Aritimie ipocinetiche: Blocchi SA e AV
M. Pretolani

10:10Alterazioni patologiche della ripolarizzazione ventricolare
F. Brighi

10:40Dall’ipertrofia ventricolare sinistra alla cardiopatia ipertensiva: diagnosi ECGrafica, significato prognostico e criteri di terapia alla luce delle linee guida ESH/ESC sull’ipertensione arteriosa
M. Pretolani

11:00Conclusione

Presentazione del corso

L’elettrocardiogramma (ECG) rappresenta uno strumento fondamentale sia nell’inquadramento diagnostico dei pazienti con sintomi suggestivi di patologie dell’apparato cardiovascolare (ad esempio, dolore toracico, dispnea, irregolarità percepita del polso, ecc.) che nella definizione del rischio cardiovascolare globale nei pazienti asintomatici con fattori di rischio (ipertensione arteriosa, fumo, iperdisplipidemia, familiarità per morte improvvisa, ecc.).

In particolare, nei pazienti affetti da ipertensione arteriosa, l’ECG a 12 derivazioni rientra negli esami diagnostici di primo livello suggeriti dalle linee guida internazionali con riferimento allo screening dell’ipertrofia ventricolare sinistra. Come è ben noto, l’ipertrofia ventricolare sinistra si associa infatti ad un’aumentata incidenza di eventi cardio - e cerebrovascolari anche a parità di valori di pressione arteriosa, sulla base di meccanismi fisiopatologici che includono l’aumentato consumo miocardico di ossigeno e la deposizione di tessuto fibroso con conseguenti alterazione a carico delle proprietà di rilasciamento ventricolare sinistro e della conduzione intraventricolare.

Indipendentemente dalle caratteristiche intrinseche di sensibilità e specificità dei tradizionali criteri ECGrafici per la definizione di ipertrofia ventricolare sinistra rispetto allo standard ecocardiografico, l’ECG offre pertanto informazioni funzionali complementari – come ad esempio la presenza di aritmie o blocchi intraventricolari di vario tipo e grado - rispetto all’ecocardiogramma, che fornisce invece solo informazioni morfo-strutturali. Così, la capacità di riconoscere ed interpretare le principali alterazioni del tracciato elettrocardiografico di base rientra nelle esigenze formative irrinunciabili di ogni medico, nel momento in cui l’abilitazione all’esercizio della professione gli/le conferisce l’onere di esercitare nei confronti dei pazienti le sue capacità di diagnosi e di terapia con la massima efficienza ed efficacia possibili.

Questo breve corso di lettura ed interpretazione dell’ECG di base si prefigge di fornire ai medici neo-abilitati proprio la formazione necessaria alla capacità di inquadrare le più importanti anomalie del tracciato, riconoscendo le principali alterazioni del ritmo e della conduzione dello stimolo elettrico, come pure di conoscere i criteri ECGrafici per la definizione di ipertrofia ventricolare sinistra e la loro performance operativa.

Con la sponsorizzazione non condizionante di

Provider ECM n. 038
Via Guelfa, 9 - 40138 Bologna
email supporto: fad@planning.it
www.planning.it

Fad.Planning è la piattaforma FAD del provider Planning Congressi su cui sono pubblicati i corsi ECM accreditati per operatori sanitari.

Engineered by